Dubbi sul trattamento ortodontico?

Dubbi sul trattamento ortodontico?

Che cos’è l’ortodonzia? Perché sottoporsi ad un trattamento? Quali sono le diverse opzioni? Ecco le risposte alle domande più frequenti………

  • Che cos’è l’ortodonzia?

L’ortodonzia è una branca specialistica dell’odontoiatria che si occupa dello sviluppo dei denti, delle mascelle e del volto.

 

 

  • Perché sottoporsi ad un trattamento ortodontico?

Un trattamento ortodontico è richiesto per le seguenti ragioni:

-per allineare i denti, il che aiuta la loro pulizia, migliora la salute delle gengive e la resistenza alle malattie dentali;

-per correggere una chiusura scorretta e migliorare la masticazione;

-per prevenire traumi i ai denti permanenti;

-per migliorare l’aspetto dei denti e del volto;

 

  • Quali sono i benefici di un trattamento ortodontico?

Un trattamento ortodontico può dare benefici durevoli tutta la vita, migliorando la masticazione, il sorriso e la stima in sé.

 

  • A che età si dovrebbe considerare un trattamento ortodontico?

Il trattamento è possibile sia per gli adulti sia per i bambini. Non esiste un limite per sottoporsi a una cura ortodontica sebbene alcuni problemi possono essere affrontati con maggiore efficacia con un trattamento precoce.

 

  • Che cosa coinvolge un trattamento ortodontico?

Il trattamento varia secondo il tipo di problema e può durare da pochi mesi a qualche anno. Ci sono fondamentalmente due tipi di apparecchiature: fisse e rimovibili.

Le apparecchiature fisse sono incollate ai denti e sono rimosse solo a fine trattamento. Un’apparecchiatura fissa è fatta da attacchi (brackets) in metallo o ceramica che sono incollati ai denti senza danneggiarli nei quali sono inseriti dei fili che muovono i denti nella posizione desiderata. Le apparecchiature rimovibili e funzionali possono essere rimosse per una più facile pulizia dei denti ma sono di solito indossate a tempo pieno salvo durante i pasti e la pratica di alcuni sport.

 

  • Occorre togliere dei denti prima di togliere l’apparecchio?

L’estrazione dei denti dipende dal tipo di malocclusione, in molti casi non occorre, in altri è inevitabile, in altri ancora è consigliabile per ragioni oltre che di stabilità del risultato anche di estetica del volto. Le estrazioni, infatti, non sono fatte per semplificare il trattamento che spesso è più difficile e richiede particolari abilità dell’ortodontista nella corretta gestione e chiusura degli spazi, ma per raggiungere un risultato ideale in termini di occlusione, stabilità ed estetica non solo dentale ma anche del viso.

 

  • Si consegue un buon risultato?

Il successo di una cura si basa su una buona sinergia fra l’ortodontista e il paziente. Una buona cooperazione è richiesta nel mantenere una buona igiene e nel portare le apparecchiature nei tempi e nei modi prescritti.

 

  • I denti rimangono dritti dopo il trattamento?

Alla fine del trattamento sono consegnate al paziente delle apparecchiature rimovibili (retainers) da portare fondamentalmente la notte. Queste aiutano i denti a stabilizzarsi nella nuova posizione. Alle volte è necessario l’utilizzo di retainer permanenti, in altre parole un filo non visibile viene incollato sulla superficie linguale di denti anteriori.

 

  • Sono un adulto e voglio sottopormi ad un trattamento ortodontico ma non voglio portare apparecchiature metalliche. Quali sono le possibilità?

Le scelte sono tre:

-gli attacchi in ceramica o da ultimo in zirconio;

-gli attacchi linguali;

-gli allineatori;

Ciascuna possibilità ha i suoi vantaggi e svantaggi e un’attenta valutazione del caso è essenziale.

Brackets in ceramica o zirconio

Hanno il colore del dente o sono translucenti. Sono molto meno visibili rispetto agli attacchi in metallo e perciò più prediletti dagli adulti. Comunque hanno alcuni svantaggi da prendere in considerazione: i brackets sono più soggetti alla rottura rispetto a quelli in metallo; i fili scorrono meno in questo tipo di attacchi e la cura può richiedere più tempo; possono abradere i denti nell’arcata antagonista se vengono a contatto durante la chiusura; possono essere difficili da rimuovere con un rischio più alto di danno allo smalto dentale. Sono anche più costosi degli attacchi in metallo e con tutti i rischi associati il trattamento costa di più. Dopo aver detto tutto ciò se l’estetica è davvero una necessità imprescindibile questo tipo di apparecchiature rappresenta la prima scelta.

Brackets linguali

Sono incollati alla superficie linguale del dente. In questa posizione sono virtualmente invisibili. La tecnica richiede particolari abilità da parte dell’ortodontista.Gli svantaggi principali sono che l’apparecchiatura provoca indolenzimento della lingua e ostacola la fonesi. I costi della cura sono molto più alti a causa del più alto costo dei materiali, del tempo alla poltrona maggiore e dell’extra training richiesto da parte dell’ortodontista.

Allineatori

Sono più conosciuti con il loro nome commerciale: invisalign e clearstep.Sono splint di plastica trasparente che coprono i denti. Ogni splint è portato per un periodo di circa due settimane e ciascuno sposta i denti un poco più vicino alla posizione desiderata. Gli splint sono effettivamente invisibili e perciò costituiscono un attraente opzione dal punto di vista estetico.

Gli allineatori sono molto efficaci se quello che si richiede è allineare denti moderatamente affollati, tuttavia ci sono una serie di svantaggi. Nei casi più severi, soprattutto in quelli estrattivi, non sono in grado di controllare perfettamente il dente come l’apparecchio fisso tradizionale. Il costo del trattamento è più alto rispetto all’apparecchiatura fissa convenzionale a causa dei costi di laboratorio nel fare gli allineatori. In alcuni casi selezionati sono molto efficaci ma è necessaria un’attenta valutazione prima di intraprendere il trattamento.

Info sull'autore

vito.daddabbo administrator

Commenta